RESTARE UMANI AI TEMPI DEL COVID – Come recuperare il nostro stare insieme tra ragione e sentimento

///RESTARE UMANI AI TEMPI DEL COVID – Come recuperare il nostro stare insieme tra ragione e sentimento

Incontro e collegamento Streaming con il Prof. FABRIZIO PREGLIASCO – Docente, Virologo e Ricercatore presso l’Università di Milano

Ricorrenza di San Luca Evangelista, Medico

18 Ottobre 2020 – Ore 9.30 – Hospice O.M.P.A. Ragusa

A causa del dilagare del Coronavirus viviamo giorni particolari: di ansia, di allarme e di paure razionali ma anche irrazionali che sfociano nel panico.
C’è la caccia all’ “untore” che trasforma l’Altro in un potenziale nemico di cui diffidare o aver timore e allora si alzano barriere e muri reali o simbolici; i confini sono sempre più marcati: isolano per proteggere o, al contrario, vengono evocati per alimentare xenofobia; la paura del virus è l’“angoscia dell’estraneo”, del non noto, dello “straniero” che minaccia pericolosamente la nostra precaria identità.
Di fronte alle misure adottate di prevenzione, le reazioni sono le più svariate: c’è chi le definisce eccessive, chi giuste, chi le sta vivendo in prima persona con spirito collaborativo e chi le sta soffrendo e patendo come una vessazione ingiusta.
Sorgono spontanee delle domande: chi è l’Altro per noi? E chi siamo noi? Qual è il nostro modo di stare al mondo e in relazione con gli altri? Insomma, qual è la nostra identità individuale e sociale? Il COVID19 è la prima pandemia in assoluto in epoca dei social che ci dicono in che modo dovremmo comportarci, quali modalità di comunicazione hanno i media e quali strategie dovremmo adottare di fronte alle situazioni di emergenza e di possibile pericolo.

In questo periodo dovremmo riflettere maggiormente sul “restare umani quando tutti impazziscono e il mondo sembra disumanizzarsi.
Penso a Cecità di J. Saramago che dice che il suo romanzo è “l’invito a guardare il nostro tempo e le sue sfumature, a fare i conti con il buio che si cela dietro le nostre paure, rendendoci tutti dei potenziali cattivi… volevo raccontare le difficoltà che abbiamo a comportarci come esseri razionali (umani dico io), collocando un gruppo umano in una situazione di crisi assoluta… Trattenere il buono per non farsi sopraffare dagli eventi.
Nei momenti di emergenza in cui la paura e l’irrazionale rischiano di prendere il sopravvento, bisogna prendersi cura di sé e non mettersi in condizione di esporsi a informazioni non adeguate e non qualificate incorrendo in fake news o notizie emozionalmente cariche di vissuti ma non basati su dati reali. Il Prof. Fabrizio Pregliasco che ringrazio di cuore per la sua disponibilità e il suo qualificato intervento ci aiuterà a fare chiarezza.

Un particolare ringraziamento rivolgo ai medici, infermieri e personale sanitario che senza sosta lavorano e cercano di fronteggiare non senza qualche difficoltà e carenza, questa emergenza!
Tutti insieme cerchiamo di fare una risorsa di oggi e di domani nel solco della speranza, della fiducia, dell’ottimismo e del crederci.
Crediamo nel nostro sistema sanitario e nella ricerca.
Crediamo in tutti noi che con regole e comportamenti coscienti possiamo salvaguardare noi stessi e gli altri, riuscendo a rinascere da un momento che si spera ben presto potremmo lasciarci alle spalle e ricordare come un brutto ricordo.

Don Giorgio Occhipinti

 

 

 

 

Allegati

18 ottobre definitivo
LOCANDINA San Luca 2020
2020-10-12T17:16:55+02:00 11 Ottobre 2020|