La lettera di commiato di Don Paolo Gentili

///La lettera di commiato di Don Paolo Gentili
Fra Marco Vianelli è stato nominato dal Consiglio Episcopale Permanente come nuovo Direttore dell’Ufficio per la pastorale della famiglia della Conferenza Episcopale Italiana. L’incarico avrà durata quinquennale e ha decorrenza dal 1 ottobre. Don Paolo Gentili, che precedentemente ricopriva tale incarico, lo accompagnerà per i primi giorni nell’incarico e sabato 12 ottobre saluterà la Consulta, i responsabili regionali e i Presidenti delle Associazioni Nazionali. In allegato la lettera di commiato di Don Paolo Gentili.
Carissimi,
vi annuncio che con decorrenza dal 1 ottobre il Consiglio Episcopale Permanente ha nominato per un quinquennio  Fra Marco Vianelli, dei Frati Minori dell’Umbria, Parroco di Santa Maria degli Angeli in Assisi, Mediatore familiare e Giudice presso il Tribunale Ecclesiastico Umbro, come nuovo Direttore dell’Ufficio per la pastorale della famiglia della Conferenza Episcopale Italiana. Un augurio di cuore a Fra Marco per questa nuova e bella avventura che inizia, al servizio del Vangelo del matrimonio.
Nei prossimi giorni, insieme a Ombretta e Fabiola della segreteria dell’Ufficio e a Suor Antonella, con Pierluigi e Gabriella Proietti lo accompagnerò nei primi passi, per poi tornare alla mia Chiesa di Grosseto, in Toscana.
Sono stati 10 anni straordinariamente ricchi, a partire dal Convegno “luci di speranza per le famiglie ferite” che si è tenuto a Salsomaggiore nel giugno 2011 e poi a settembre il Congresso Eucaristico di Ancona interamente dedicato alla famiglia. Nel giugno 2012 abbiamo partecipato numerosi al VII Incontro mondiale delle famiglie che si è tenuto a Milano. E poi l’avvio del processo sinodale con la doppia consultazione di popolo che l’Ufficio Nazionale ha coordinato (2013-2015) e con le splendide Veglie di Preghiera in Piazza San Pietro e in tutta Italia. Soprattutto l’8 aprile 2016 Papa Francesco ci ha consegnato la responsabilità di diffondere l’Amoris laetitia, un documento che ha irrorato la pastorale familiare di linfa feconda e dalla quale ancora oggi, a livello nazionale e locale, fioriscono innumerevoli progetti. Fra questi, il Corso di Alta Formazione in consulenza familiare con specializzazione pastorale, che fra primo e secondo anno ha avuto 129 iscritti (con oltre 300 partecipanti tra figli e animatori, staff e docenti) e che nel prossimo luglio completerà il triennio.
Una miriade di volti, fra i quali il vostro, rappresentano il mosaico di relazioni intessute nei Convegni, nelle Settimane di Studi, e nelle innumerevoli visite al territorio avute in questi anni. Questo è il tesoro più grande che mi porto dentro. Sabato 12 ottobre saluterò la Consulta, i responsabili regionali e i Presidenti delle Associazioni Nazionali. Con altri il Signore, nella sua fantasia, moltiplicherà le occasioni. Condivido con tutti voi una gratitudine profonda che vi chiedo di diffondere e inoltrare, attraverso i contatti di cui disponete, al grande mondo dell’associazionismo e della pastorale familiare. Grazie di cuore!
Vi chiedo di pregare per me come si fa per un padre, un fratello, un amico. Arrivederci!
Con tanto affetto,
don Paolo Gentili
2019-09-30T10:41:53+02:00 30 Settembre 2019|