Aperte le iscrizioni alla Scuola Teologica di Base

///Aperte le iscrizioni alla Scuola Teologica di Base

Dopo l’esperienza triennale del Percorso di formazione teologico-pastorale appena conclusasi, la Diocesi rilancia l’importante sfida pastorale della formazione dei laici offrendo un nutrito piano di studi triennale adesso rinominato “Scuola Teologica di Base”.

Obiettivo principale è aiutare i laici (e i religiosi) nello studio della teologia per un approfondimento dei contenuti di fede. Pertanto si rivolge a quanti sono in ricerca, a quanti sono impegnati nelle Parrocchie e nelle Comunità, e a quanti intendono progredire personalmente nel cammino di fede e impegnarsi con maggiore competenza nell’attività pastorale.

Cinque buoni motivi per iscriversi alla Scuola sono:

1.         scoprire la dimensione teologica radicale dell’essere credente;

2.         prendere coscienza e consapevolezza delle dimensioni culturali della fede cristiana nel contesto in cui viviamo;

3.         scoprire ed educarsi alla serietà del pensiero cristiano;

4.         capire che fede e ragione si rendono un reciproco servizio;

5.         essere “ pronti sempre a rispondere a chiunque vi domandi ragione della speranza che è in voi” (1Pt 3,15).

Il piano di studi è ciclico ed ha durata triennale, divisa in 6 semestri, per un totale di 360 ore (mediamente 3 incontri al mese). Le sedi del corso saranno due:

1)      a Ragusa, presso i locali della Parrocchia San Pier Giuliano Eymard, il martedì dalle 19.00 alle 22.00;

2)      a Vittoria, presso i locali della Parrocchia Madonna delle Lacrime, il sabato dalle 16.00 alle 19.00.

È possibile iscriversi secondo due modalità: iscrizione regolare (con obbligo di frequenza e di verifica annuale) e libero uditore (senza obbligo di frequenza né di verifica annuale). Al termine di ogni anno, gli iscritti regolari dovranno superare un test di verifica finale, con domande attinenti le discipline studiate secondo i programmi stabiliti. Alla fine del triennio, verrà rilasciato un attestato di frequenza con giudizio finale (per gli iscritti regolari) o un attestato di libero uditore. I candidati a ricevere i ministeri di lettore e accolito hanno invece l’obbligo della frequenza e di sostenere le prove annuali di verifica.

Si tratta di un’occasione preziosa e quanto mai necessaria capace di guardare alla vocazione e alla missione dei laici nella Chiesa e nel mondo, così come auspicato dai documenti del Concilio. Come ha sottolineato Papa Francesco, «i fedeli laici vanno collocati entro una visione d’insieme del Popolo di Dio, a cui essi appartengono assieme ai membri dell’ordine sacro e ai religiosi, e nel quale partecipano, nel modo loro proprio, della funzione sacerdotale, profetica e regale di Cristo stesso». Un’occasione importante, quindi,  perché i laici possano ritornare ad esprimere il loro discepolato, in forza del loro Battesimo e del loro naturale inserimento nel “mondo”, animando ogni ambiente, ogni attività, ogni relazione umana secondo lo spirito del Vangelo, portando la luce, la speranza, la carità ricevuta da Cristo in quei luoghi che, altrimenti, resterebbero estranei all’azione di Dio e abbandonati alla miseria della condizione umana. Come ha ricordato il Vaticano II, nessuno meglio di loro può svolgere il compito essenziale di «iscrivere la legge divina nella vita della città terrena» (Gaudium et spes).

 

In allegato, locandina,depliant e modulo d’iscrizione.

 

PER ISCRIVERSI

Dall’1 luglio al 30 settembre (escluso agosto), dal lunedì al venerdì, dalle 9.00 alle 12.00,

presso la Segreteria del Vescovado (via Roma 109, Ragusa).

 

Riferimento: Giusy Miceli

Telef.: 0932 646400

Email:  info@diocesidiragusa.it

Allegati

locandina
pieghevole
pieghevole
scheda iscrizione
2018-02-20T11:12:39+02:00 26 Giugno 2017|

New Courses

Contact Info

1600 Amphitheatre Parkway New York WC1 1BA

Telefono: 1.800.458.556 / 1.800.532.2112

Fax: 458 761-9562

Web: ThemeFusion

Articoli recenti

Instagram

  • Perché avete paura?
Non avete ancora fede?

#igersvaticano 
#igersroma 
#piazzasanpietro 
#preghiera 
#indulgenzaplenaria 
#urbietorbi 
#papafrancesco 
#santissimosacramento 
@pontifex_ita 
@vaticannews 
@vaticanolasantasede 
@papa.francesco_twitter
  • «Padre nostro che sei nei cieli sia santificato il Tuo nome venga il Tuo Regno sia fatta la Tua volontà come in cielo così in terra. Dacci oggi il nostro pane quotidiano rimetti a noi i nostri debiti come noi li rimettiamo ai nostri debitori e non abbandonarci alla tentazione ma liberaci dal male Amen»

#padrenostro 
#preghiera 
#diocesidiragusa 
#tuttiinsieme 
#andràtuttobene 
#diopadre
  • ANDRÀ TUTTO BENE

#andràtuttobene 
#diocesidiragusa 
#diofradinoi 
#tuttiinsieme 
#preghiera
  • ANDRÀ TUTTO BENE con l'aiuto di Dio

#andràtuttobene 
#vescovodiragusa 
#vescovo 
#siamopositivi 
#iorestoacasa 
#noistiamoacasa 
#diofradinoi 
#aiutodivino
  • È disponibile on line il nuovo numero di Insieme
  • "L'attenzione e la carità che rivolgiamo al malato ha il potere di tradursi nella carezza di Dio"

#giornatadelmalato #diocesidiragusa #carmelocuttitta #lourdes
  • ⭕ VITA PASTORALE IN 60 SECONDI “Con lo sguardo del Narratore – l’unico che ha il punto di vista finale – ci avviciniamo ai protagonisti, ai nostri fratelli e sorelle, attori accanto a noi della storia di oggi” (Messaggio del Papa per la 54ª Giornata mondiale delle comunicazioni sociali). Inauguriamo su questa pagina social una rubrica che racconta in 60 secondi le esperienze pastorali ordinarie e qualche volta straordinarie della Chiesa diocesana nelle sue diverse articolazioni: parrocchie, gruppi, associazioni, uffici. Inauguriamo cioè “una narrazione umana che ci parli di noi e del bello che ci abita”, che racconti il nostro essere parte di un tessuto vivo, “che riveli l’intreccio dei fili coi quali siamo collegati gli uni agli altri”. Storie, quindi, della nostra fatica pastorale, della nostra generosità, del nostro senso ecclesiale e del nostro ministero, dei nostri carismi e della nostra inventiva, per raccontare il Vangelo di Gesù oggi, agli uomini ed alle donne del nostro tempo, ai ragazzi ed ai giovani, alle nostre città, quartieri, parrocchie. L’inventiva formativa, sempre feconda, ora rituale ora innovativa, ma sempre centrata sulla gioia di raccontare “quello che abbiamo visto e udito”.
“Ciascuno di noi conosce diverse storie che profumano di Vangelo - scrive il Papa nel Messaggio citato - che hanno testimoniato l’Amore che trasforma la vita. Queste storie reclamano di essere condivise, raccontate, fatte vivere in ogni tempo, con ogni linguaggio, con ogni mezzo”.
Ed abbiamo l’ardire, proprio perché utilizziamo un mezzo social, narrare come Chiesa diocesana, storie che vorremmo fossero sempre buone, edificanti e significative per contribuire ad edificare la città dell’uomo (e di tutti gli uomini), la Gerusalemme Celeste a cui ogni uomo tende nella quale ritrovare la vita buona per tutti; “non esistono storie umane insignificanti o piccole. Dopo che Dio si è fatto storia, ogni storia umana è, in un certo senso, storia divina”
Dott. Emanuele Occhipinti - Direttore Ufficio Comunicazioni Sociali

#ufficiocomunicazionisociali 
#vitapastoralein60secondi
#chiesainuscita 
#comunità 
#parrocchie 
#movimenti 
#associazioni
  • 54esima GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI

#papafrancesco #giornatadellecomunicazionisociali #messaggiodelpapa 
#chiesa 
#parole #paroledelpapa 
@pontifex_ita
  • Disponibile online e in tutte le parrocchie della Diocesi di Ragusa il nuovo numero di Insieme dedicato a "La città dell'uomo", che per essere costruita richiede un impegno costante, non solo a chi la governa, ma prima di tutto ai suoi cittadini
•
•
#diocesidiragusa #insieme #nuovonumero  #città #cittadinanza

Seguimi!