Mostra sull’iconografia dell’Addolorata nell’arte iblea

///Mostra sull’iconografia dell’Addolorata nell’arte iblea
Da sabato al Museo della Cattedrale di Ragusa saranno esposte 12 opere tra cui una tela restaurata di recente

Si inaugura sabato 16 marzo, alle 18, la mostra “Mater Dolorosa – L’iconografia dell’Addolorata nell’arte iblea”, promossa dall’ufficio diocesano per i Beni Culturali, diretto da don Giuseppe Antoci, e curata da Stefano Vaccaro e Alessandra Rovetto. L’esposizione, ospitata nelle sale del Museo della Cattedrale di Ragusa, si potrà visitare sino al 21 aprile. Saranno esposte dodici opere (undici tele e una statua) provenienti da Comiso, Giarratana, Chiaramonte Gulfi, Monterosso Almo e Ragusa. Tra le opere presentate anche la tela raffigurante l’Addolorata, realizzata dai fratelli Vaccaro nel 1862, restaurata nel 2004 dalla Soprintendenza con fondi regionali e mai più mostrata in pubblico. La mostra si potrà visitare dal martedì al sabato dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19 e la domenica dalle 10 alle 13. «Questa mostra – afferma l’ufficio diocesano Beni culturali – è un viaggio storico-artistico, ma anche religioso ed emozionale, che interessa il momento più drammatico della vita di Cristo e di Maria sua madre. Saranno presentate una selezione di pregevoli opere d’arte, dal Sei all’Ottocento, provenienti da tutta la Diocesi di Ragusa. Ai visitatori saranno restituiti brani di grande commozione e intensità per uno dei culti devozionali più celebrati in Sicilia».

2019-03-14T11:58:11+02:00 14 Marzo 2019|