Condividi

il pianeta ci nutre: custodiamolo!

Scritto da Pastorale Sociale e del Lavoro il 18/10/2015 in Custodia del creato

Terza giornata diocesana della Custodia del Creato

"Il pianeta ci nutre: custodiamolo"

"Ormai non si può parlare di sviluppo sostenibile senza una solidarietà fra le generazioni. Quando pensiamo alla situazione in cui si lascia il pianeta alle future generazioni, entriamo in un’altra logica, quella del dono gratuito che riceviamo e comunichiamo. Se la terra ci è donata, non possiamo più pensare soltanto a partire da un criterio utilitarista di efficienza e produttività per il profitto individuale. Non stiamo parlando di un atteggiamento opzionale, bensì di una questione essenziale di giustizia, dal momento che la terra che abbiamo ricevuto appartiene anche a coloro che verranno." (Papa Francesco)

L'enciclica "Laudato si", di cui è riportato sopra un breve tratto, è ricchissima di spunti di riflessione per credenti e non, per le donne e gli uomini di buona volontà di questo tempo.

Celebrando la terza giornata diocesana della custodia del Creato "Il pianeta ci nutre: custodiamolo" desideriamo dedicare del tempo alla contemplazione di quanto ci è stato donato e di quanto l'uomo realizza di buono e di bello, con il proposito di impegnarci affinché anche coloro che raccoglieranno il "testimone" possano goderne "domani".

"Se noi ci accostiamo alla natura e all’ambiente senza questa apertura allo stupore e alla meraviglia, se non parliamo più il linguaggio della fraternità e della bellezza nella nostra relazione con il mondo, i nostri atteggiamenti saranno quelli del dominatore, del consumatore o del mero sfruttatore delle risorse naturali, incapace di porre un limite ai suoi interessi immediati. Viceversa, se noi ci sentiamo intimamente uniti a tutto ciò che esiste, la sobrietà e la cura scaturiranno in maniera spontanea." (Papa Francesco)

Vi invitiamo a partecipare perciò domenica 25 ottobre p.v., ore 9.30, alla passeggiata didattica presso l'area attrezzata “Calaforno”. Visiteremo un antico mulino ad acqua ancora oggi funzionante, riscopriremo il valore della terra e dell’acqua, assaggeremo pane e miele, cipolla e formaggio locale. Anche quest'anno ci avvaliamo della preziosa collaborazione del Club Alpino Italiano di Ragusa e dell'Azienda Foreste Demaniali di Ragusa, che ringraziamo vivamente.

 

L'area attrezzata è facilmente raggiungibile in automobile (vi raccomandiamo il "car sharing") con ingresso da Giarratana (Corso Umberto I, Via Savonarola, Via Gulfi).

All'inizio è previsto il saluto di benvenuto di S.E. rev.ma il vescovo, mons. Paolo Urso, e del direttore dell'Ufficio diocesano, Renato Meli.

Saro Distefano ci guiderà sapientemente lungo il percorso durante il quale incontreremo alcuni produttori che ci racconteranno le loro attività.

Alle 13.30 "pranzo al sacco" presso l’area attrezzata.

-----

Note tecniche: munirsi di scarpette da ginnastica, cappellino e acqua.

il pianeta ci nutre: custodiamolo!

Eventi

Dal 25/10/15 - 09:00
Al   27/11/15 - 23:00
Giarratana e Monterosso Almo