Condividi

Giornata Diocesana del Sollievo - 23 maggio 2017

Scritto da Pastorale Salute il 18/05/2017

Istituita nel 2001 con direttiva del presidente del Consiglio dei ministri per "promuovere la cultura del sollievo dalla sofferenza fisica e morale in favore di tutti coloro che stanno ultimando il loro percorso vitale", la Giornata del sollievo sarà concretizzata, a Ragusa, dall’ufficio diocesano per la Pastorale della salute diretto da don Giorgio Occhipinti. Martedì 23 maggio, inserita all’interno del programma dei solenni festeggiamenti di San Giorgio, glorioso patrono di Ragusa, la celebrazione si terrà alle 19 in Chiesa Madre. In particolare, il parroco don Pietro Floridia celebrerà la santa messa per i malati oncologici. Saranno presenti anche un medico dell’Unità complessa di Oncologia – Asp Ragusa e le associazioni operanti in ambito oncologico Samot e Lilt di Ragusa. Ma la giornata sarà caratterizzata da un altro appuntamento. Alle 10, infatti, si svolgerà un incontro sul tema "La cultura del sollievo: la centralità della persona nella rete ospedale-territorio senza dolore". All'incontro parteciperanno don Occhipinti, gli operatori sanitari del reparto, le associazioni di volontariato operanti in ambito oncologico Samot e Lilt di Ragusa e l’associazione di comico terapia “Ci ridiamo su” che quest’anno, grazie al “Progetto Saturnino”, porta il sorriso nel reparto Day hospital oncologico. “L’incontro – chiarisce don Occhipinti – serve per confrontarci sul tema della cultura del sollievo e della centralità della persona nei percorsi di cura. Il confronto tra diverse professionalità e lo scambio delle esperienze maturate in ospedale e sul territorio da volontari e cittadini diventerà così un'occasione preziosa in cui si esprime il significato della Giornata nazionale del sollievo, che vuole rappresentare un momento di riflessione sull'importanza del controllo del dolore e della riduzione della sofferenza attraverso l'utilizzo della medicina palliativa”. L'incontro si colloca nell'ambito delle iniziative di promozione destinate a informare i cittadini sulle modalità e i criteri di accesso alle prestazioni e ai programmi di assistenza esistenti nelle strutture sanitarie, nella consapevolezza che informare e comunicare costituisce il primo passo per la buona riuscita degli obiettivi indicati dalla legge 38 del 2010, grazie alla quale l'Italia, tra i primi Paesi in Europa, garantisce il diritto del cittadino ad accedere alla terapia del dolore e alle cure palliative. Dopo l’incontro seguirà un momento ricreativo di solidarietà con gli ammalati del reparto Day Hospital oncologico organizzato dai clown dottori di “Ci ridiamo su”. Nel pomeriggio, poi, come detto il momento celebrativo e informativo per i fedeli e i cittadini in Chiesa Madre.