Condividi

Newsletter n°39 del 05 marzo 2012

Scritto da Pastorale Giovanile il 05/03/2012 in Newsletter

"Giovani in Cammino" di Domenico Giudice

Quaresima 2012

Se per caso è passato inosservato…

Dal messaggio del Santo Padre Benedetto XVI per la Quaresima 2012:

Fratelli e sorelle, la Quaresima ci offre ancora una volta l'opportunità di riflettere sul cuore della vita cristiana: la carità. Infatti questo è un tempo propizio affinché, con l'aiuto della Parola di Dio e dei Sacramenti, rinnoviamo il nostro cammino di fede, sia personale che comunitario. E' un percorso segnato dalla preghiera e dalla condivisione, dal silenzio e dal digiuno, in attesa di vivere la gioia pasquale.

Quest'anno desidero proporre alcuni pensieri alla luce di un breve testo biblico tratto dalla Lettera agli Ebrei: «Prestiamo attenzione gli uni agli altri per stimolarci a vicenda nella carità e nelle opere buone» (10,24). E' una frase inserita in una pericope dove lo scrittore sacro esorta a confidare in Gesù Cristo come sommo sacerdote, che ci ha ottenuto il perdono e l'accesso a Dio. Il frutto dell'accoglienza di Cristo è una vita dispiegata secondo le tre virtù teologali: si tratta di accostarsi al Signore «con cuore sincero nella pienezza della fede» (v. 22), di mantenere salda «la professione della nostra speranza» (v. 23) nell'attenzione costante ad esercitare insieme ai fratelli «la carità e le opere buone» (v. 24). Si afferma pure che per sostenere questa condotta evangelica è importante partecipare agli incontri liturgici e di preghiera della comunità, guardando alla meta escatologica: la comunione piena in Dio (v. 25). Mi soffermo sul versetto 24, che, in poche battute, offre un insegnamento prezioso e sempre attuale su tre aspetti della vita cristiana: l'attenzione all'altro, la reciprocità e la santità personale.

Per chi vuol proseguire la lettura vi rimando al link. Noi dalla prossima settimana tramite la Newsletter rifletteremo a voce alta su questi 3 aspetti! Buona Quaresima 2012.

"L’angolo del Direttore" di Sergio Spata

Rispondere all'Amore…si può!

Domenica 29 Aprile si celebrerà la 49° Giornata Mondiale di Preghiera per le Vocazioni. Il tema proposto dal Santo Padre per la preghiera e la riflessione nelle nostre comunità è "Le Vocazioni dono della Carità di Dio": l'obiettivo è comprendere la gratuità del dono di ogni vocazione e di ogni chiamata a vivere la propria vita nel segno della Beatitudine e dell'Amore.

Infatti, lo slogan scelto dal Centro Nazionale Vocazioni è "Rispondere all'Amore…si può!": l'invito è quello di vivere con creatività, responsabilità e fedeltà la propria vocazione.

Quest'anno la giornata, a livello nazionale, si terrà a Catania il 28 e il 29 Aprile. I destinatari non sono solo i giovani che hanno un particolare orientamento per una scelta di consacrazione o una sensibilità verso l'ambito vocazionale, ma è aperta a tutti.

Per chi fosse interessato, può mandarci un'email per richiedere ulteriori informazioni su queste due giornate di preghiera e di scambio, considerando che la nostra Diocesi parteciperà con una numerosa delegazione.

P.S. Consapevole di rischiare di scrivere qualcosa che centri poco (o nulla…?!?) con quanto espresso sopra ma un pensiero (personalissimo) vuole andare ad un grande artista: Lucio Dalla! Questo perché mi è capitato di leggere polemiche fuori luogo alla sua morte: condanne per la sua sessualità (anche se, ad onor di cronaca, il cantante bolognese non hai mai fatto coming out e giornali come Avvenire e l'Osservatorio Romano lo hanno celebrato come "uomo di grande fede"). Citando la giornalista Alessandra Menzani: "Forse è il caso di dire che Dalla non è morto né da omosessuale né da eterosessuale: E' morto da Lucio Dalla, il che non è poco"