Condividi

Una Luce Nella Notte - XVII edizione

Scritto da Pastorale Giovanile il 27/05/2013 in Eventi ed iniziative Prog. di I Annuncio

La 17a edizione di “Una Luce Nella Notte” si è svolta il 25 maggio 2013 a Marina di Ragusa presso la Chiesa S. Maria di Portosalvo.
Dopo i consueti preparativi, tutta l’equipe organizzativa, ha accolto circa 35 giovani desiderosi  di mettersi in gioco per annunciare ai loro coetanei la buona novella. Abbiamo iniziato la formazione del pomeriggio con un momento di preghiera e poi abbiamo ascoltato l’insegnamento di Padre Mauro Nicosia, che ci ha preparati per l’evangelizzazione serale dandoci la giusta carica.

Dopo aver consumato un veloce break, gli ateliers sono stati tenuti da Emiliano Amico per i contatti in strada, segue Chiara Lo Presti per l’intercessione e Valeria Leotta per l’accoglienza.

Poi abbiamo cenato tutti insieme con una pizza e ci siamo diretti in Chiesa per vivere il nostro momento cuore a cuore con Gesù, assimilare quanto il Signore ci ha voluto dire con l’insegnamento e  ascoltare ciò che ancora mette nel nostro cuore, per essere pronti ad andare ad annunciarLo senza vergogna e senza timidezza.

Il 25 maggio, a Marina di Ragusa, sono entrati in chiesa 106 ragazzi grazie al Signore che ha agito per mezzo di coloro che sono stati ‘mandati’ in strada ad evangelizzare, invitandoli ad entrare per un incontro personale con Gesù, che è il Tutto per noi. Dopo aver partecipato al percorso che porta a riconoscere Gesù presente nell’Eucarestia, tanti giovani hanno accolto anche il dono di potersi confessare per ricevere il perdono e l’abbraccio di Gesù dopo aver deposto il proprio fardello ai suoi piedi.

Alle ore 1,45 abbiamo chiuso le porte della chiesa e come ogni fine serata, ci siamo uniti in quell’unico grande abbraccio che ci fa condividere gioia, canti, lodi, amore per il nostro Dio. È un’emozione vedere tutti quei giovani abbracciati, uniti per lo stesso motivo, per Gesù, per le meraviglie che compie ogni volta davanti ai nostri occhi, usando noi piccoli e semplici matite nelle Sue mani (come direbbe la Beata Madre Teresa).

Eleonora Pizzo