Condividi

Rotary e Caritas per il lavoro e la riabilitazione

Scritto da Caritas il 14/11/2016 in Vecchie e nuove povertà

Presentato questa mattina alla cittadinanza e alla stampa il progetto del Rotary club di Ragusa che, in collaborazione con la Caritas di Ragusa, garantirà tre borse lavoro ad altrettanti giovani ragusani e tre percorsi di onoterapia (con l'utilizzo di asini) per tre associazioni di disabili del territorio.
Questa mattina la firma del protocollo di intesa tra la Caritas, il Rotary, il Consorzio siciliano di riabilitazione, l'Anfass e la Cooperativa Sociale Nuovi Orizzonti.

"La struttura di c.da Magni - dice Domenico Leggio, direttore della Caritas- si conferma a servizio della città di Ragusa estendendo sempre più la rete di collaborazione con realtà diverse a partire dalla oramai consolidata partnership con il Rotary club di Ragusa e con il sostegno della Rotary Foundation. Nello specifico attiveremo a Magnì un servizio rivolto alle persone con disabilità attraverso l'attività assistita con gli animali e nello specifico con gli asini. Vogliamo sviluppare un'occasione stabile per il territorio funzionante in tutti i periodi dell'anno. Vogliamo anche immaginare che da questo primo esperimento scaturiscano ulteriori collaborazioni attraverso gli altri settori attivi a Magnì, quale quello agricolo e della falegnameria che coinvolga non solo le associazioni odierne ma anche giovani, famiglie e persone. 

Pippo Leggio, presidente del Rotary di Ragusa si sofferma sull'altro versante progettuale. "Siamo contenti - afferma - di questo progetto che darà occasione di sperimentare un percorso lavorativo a 3 giovani ragusani così come l'attività con gli animali rivolta a persone con disabilità. Il Rotary conferma la sua propensione a investire sempre più le proprie risorse sugli aspetti sociali del territorio. Siamo altresì contenti di come si sia riusciti ancora una volta ad avere il sostegno della Rotary Foundation che ha valutato il progetto tra i più innovativi."

I presidenti delle realtà che si occupano di disabilità hanno ringraziato Caritas e Rotary per il coinvolgimento e si sono detti convinti che questo protocollo odierno possa sviluppare ulteriori collaborazioni. L'attività con gli animali è una delle iniziative meritorie ed utili nei confronti delle persone con disabilità. L'Anffas di Ragusa coinvolgerà in questa attività sopratutto i più piccoli, ovvero bambini tra 5 ed 8 anni. Interesse anche per gli scenari futuri è stato espresso riguardo alle possibilità di poter pensare non solo all'attività con gli animali ma anche all'agricoltura ed all'artigianato.