Condividi

Attivata la seconda accoglienza di ProTetto

Scritto da Caritas il 04/08/2016 in ProTetto. Rifugiato a casa mia

Attivata la seconda accoglienza di ProTetto Rifugiato a casa mia. Si tratta di un nucleo familiare di rifugiati politici composto da 5 persone provenienti dal Pakistan.

L'accoglienza è sostenuta dall'Ordine dei Carmelitani Scalzi ramo maschile e femminile di Ragusa e Chiaramonte Gulfi (Convento B. V. Maria del Monte Carmelo, Monastero di Santa Teresa di Gesù, Monastero Sacra Famiglia) e prevede la presenza di una famiglia tutor.

Ieri sera, durante un incontro alla presenza di don Renato Dall'Acqua, priore del Convento, di Domenico Leggio direttore della Caritas, degli operatori di ProTetto Emiliano Amico e Adriana Cannizzaro, della famiglia tutor e della famiglia accolta è stato firmato l'accordo di adesione al progetto che prevede un sostegno a titolo gratuito per sei mesi, con l'obiettivo dell'integrazione sul territorio al fine di raggiungere l'autonomia abitativa, lavorativa e sociale con l'aiuto dell'intera comunità che riceverà questa opera di testimonianza nei prossimi mesi. Sono già in calendario, infatti, alcuni momenti di fraternità con la famiglia accolta.

Alla firma è seguito da parte di don Renato il dono di alcuni libri per i componenti della famiglia: "Il piccolo principe" per i bambini, "I promessi sposi" per il padre e un libro sulla coltivazione e la cura di piante ornamentali per la madre.